1600
Nel Seicento la fortuna di Dante subisce una battuta di arresto e la Divina Commedia cade nell’oblio: dal 1596 al 1702 tre sole edizioni del poema dantesco, tutte possedute e conservate nella biblioteca, e nessun commento.